Ricerca nel sito:
Fondazione
Centro Studi Campostrini
Telefono 045.86.70.770
info@centrostudicampostrini.it

Giovedì 14 aprile alle 21: Traffico e costi sociali della cocaina

Comunicati Stampa

Cocaina S.p.A. le dimensioni economico-criminali del traffico di droga e i costi sociali dell’uso di sostanze stupefacenti” è il tema del quarto incontro del ciclo “La scuola e la città” dal titolo “Perché conviene essere onesti. I costi economici e sociali dell’illegalità” giovedì 14 aprile alle 21 alla Fondazione Centro Studi Campostrini in via Santa Maria in Organo, 4, a Verona. Ne parlano Vincenzo R. Spagnolo, giornalista professionista di Tv2000 e Avvenire e autore del libro Cocaina Spa (Pellegrini editore 2010), e Leopoldo Grosso del Gruppo Abele di Torino. Modera l’incontro Pierpaolo Romani, collaboratore della fondazione. L’appuntamento è inserito all’interno della settimana della Cultura promossa dal Mibac, Ministero per i Beni e le Attività culturali.

Vincenzo R. Spagnolo è autore di reportage e inchieste sull'immigrazione straniera e sulla Tratta di esseri umani, sul terrorismo interno e internazionale, sulla ‘ndrangheta e cosa nostra. Attraverso il suo ultimo libro Cocaina Spa compie un vero e proprio viaggio sulle rotte dei traffici di stupefacenti: dal Sud America agli Stati Uniti, dall’Africa all’Europa, dall’Asia all’Oceania, racconta storie di trafficanti, uomini d’affari, spacciatori e consumatori.

Leopoldo Grosso è membro della Consulta degli esperti per il dipartimento delle Politiche antidroga. Il Gruppo Abele, di cui è vice presidente, svolge circa sessanta attività e porta avanti le comunità per utenti con problemi di dipendenza, spazi di ascolto e orientamento, progetti di aiuto alle vittime di Tratta e ai migranti, e uno sportello di mediazione dei conflitti. È inoltre un centro studi e ricerche, un consorzio di cooperative sociali che dà lavoro a persone con storie difficili alle spalle, e si occupa di progetti di cooperazione allo sviluppo in Africa.

L’ultimo appuntamento del ciclo d’incontri si tiene giovedì 19 maggio alle 21 dal titolo “Perchè stare dalla parte degli onesti e non da quella dei furbi? Riflessioni sull’Italia del XXI secolo” con Piercamillo Davigo, consigliere della Corte di Cassazione.

Gli incontri sono a ingresso libero e hanno il patrocinio del Comune di Verona, della Provincia di Verona e della Regione Veneto. Per ulteriori informazioni contattare la reception al numero 045-8670770 o visitare il sito www.centrostudicampostrini.it.

Torna indietro